News

Da grande farò… il Direttore Artistico o Art Director

Il direttore artistico o art director è una figura professionale del mondo della comunicazione, che si occupa prevalentemente della parte grafica e visuale di una campagna part directorubblicitaria. Passione per il disegno e per la grafica caratterizzano questa figura professionale, ma soprattutto tanta, tanta creatività.

 

Generalmente lavora in coppia con il copywriter (che si occupa invece della parte scritta) e detiene l’ultima parola in ambito decisionale per la cura visiva di una determinata idea, di un determinato prodotto, cliente, operazione comunicativa.

L’art director non va infatti confuso con il direttore creativo, il quale si occupa invece dell’ideazione di tutto un progetto, e coordina le attività sia dell’art director che del copywriter.

 

Le competenze dell’art director sono molteplici ed eterogenee, si possono riassumere brevemente in:

– conoscenza approfondita del valore evocativo e simbolico delle immagini

– utilizzo dei programmi di elaborazione di immagini digitali

– conoscenza molto ampia del settore della comunicazione e di tutti i mezzi e canali ad essa legati

– competenze organizzative, dato che deve saper scegliere e mettere insieme expertise diverse, al fine di tradurre un progetto in una campagna pubblicitaria che sappia rispecchiare il più possibile l’idea originaria ed i desideri del pubblico a cui si rivolge.

 

L’art director deve essere un buon conoscitore dei programmi di elaborazioni di immagini digitali. Saper utilizzare i principali programmi di fotoritocco permette all’art director di poter gestire art director- iospheredirettamente fotoritocchi di media difficoltà.

Non deve mancare anche una certa propensione alla leadership e al problem solving.

La professione di art director è quindi molto complessa ed in costante relazione con numerose altre figure professionali, come grafici, fotografi, illustratori, scenografi ecc ecc. L’art director deve saper utilizzare anche il linguaggio e le tecniche del marketing, al fine di poter analizzare un prodotto e riuscire a promuoverlo con i mezzi più adatti, anche in relazione al target cui è indirizzato. Solo tramite attente analisi, prove e valutazioni, l’art director potrà stabilire la validità del progetto nel suo complesso.

Di certo tutte le scelte fatte per la creazione di una campagna pubblicitaria dipenderanno dal mezzo di comunicazione utilizzato: carta stampata, campagna televisiva, campagna on line, ecc. Nel caso dei manifesti e degli annunci sulla stampa, l’art director sceglie le immagini e l’aspetto visuale delle parole (colore, carattere tipografico, posizione del testo e dei titoli ecc.). Nella preparazione di uno spot televisivo si occupa invece dello storyboard (la sceneggiatura per immagini disegnate del filmato).

 

Per intraprendere questa carriera professionale è necessario un percorso formativo in Accademia Art-Directorcon un percorso di studi in Graphic Design e Art Direction della durata in media di tre anni. Vi sono anche altre scuole di specializzazione e corsi che alla fine rilasciano diplomi.

E’ necessaria anche una lunga “gavetta” e alcuni anni di formazione sul campo, ma alla fine la carriera è alquanto assicurata, nonostante ci sia molta concorrenza.

Il lavoro dell’art director è ancora una di quelle professioni non eccessivamente toccate dalla crisi, anche se ha subito parecchi tagli. Un bravo art director dei nostri giorni deve possedere quindi competenze sempre più ampie e deve essere flessibile ai cambiamenti richiesti dal mercato e dal lavoro stesso, deve essere “multitasking” e possedere conoscenze sempre più specializzate. Troverà occupazione soprattutto nelle grandi aziende, dove il suo ruolo rimane sempre ben definito e dove effettuerà un costante lavoro di squadra, mentre nelle piccole e medie imprese spesso attira su di sé anche compiti generalmente affidati ad altre figure a lui subordinate.

 

2 Comments

  1. Articolo molto interessante, grazie mille! 🙂

Trackbacks / Pings

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.