In Parlamento, News, News sul lavoro, Università

Unione Europea: 10 punti per rilanciare il lavoro

UE

 
 

Per far fronte all’emergenza lavoro che ha colpito, negli ultimi anni, alcuni dei Paesi più importanti all’interno dell’Unione Europea (tra cui, com’è noto, l’Italia), la Commissione ha varato un piano di azione suddiviso in 10 punti, riassunto abilmente da PMI.IT:

 

  • Garanzia delle competenze: livello minimo e titolo di istruzione secondaria superiore.
  •  

  • Quadro UE delle qualifiche: revisione dell’EQF (European Qualifications Framework) per una migliore spendibilità sul mercato.
  •  

  • Coalizione digitale: Stati, istituzioni, e imprese assieme per sviluppare competenze e professionalità.
  •  

  • Cooperazione settoriale: innalzamento del livello e contrasti di carenze specifiche.
  •  

  • Competenze paesi terzi: strumenti per richiedenti asilo, rifugiati, migranti.
  •  

  • Europass: revisione quadro, per migliorare incontro domanda e offerta.
  •  

  • Formazione professionale: corsia preferenziale, anche al training sul lavoro.
  •  

  • Guida delle Competenze: da rinnovarsi in base al quadro attuale.
  •  

  • Rapporto Scuola-Lavoro: nuovo Osservatorio.
  •  

  • Fuga di cervelli: piano di contrasto.
  •  

 
I primi quattro punti verranno resi attivi immediatamente, mentre per i restanti sei bisognerà attendere sino al 2017.
 
 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.