Manager & Imprenditori: storie di successo, News

MEM: un master diverso dagli altri. Intervista a Cinzia Parolini

Banner_stage

 

Un master in management internazionale con lo sguardo rivolto ai mercati emergenti. Stage in Cina o in un altro paese emergente, un anno intero di studio e lavoro in lingua inglese. Radici emiliane e occhi puntati sull’oriente sono alcune delle caratteristiche vincenti del MEM. Ecco come il Direttore del master, la Professoressa Cinzia Parolini, spiega la ricetta di una scuola diversa da tutte le altre.

 

 

Parliamo di come è strutturato il master “Managing in Emerging Markets” (MEM), dell’Università di Modena e Reggio Emilia. Quali sono le caratteristiche che lo differenziano da altri tipi di percorsi?
Il nostro è un master fortemente professionalizzante che permette di entrare nel mondo del lavoro prima e con una formazione ben più specifica rispetto, per esempio, ad una laurea magistrale. E’, infatti, possibile iscriversi già dopo la laurea triennale, invece di proseguire con i due anni di specialistica. E, a questo proposito, vale la pena sottolineare che tale periodo di specializzazione universitaria in molti Paesi europei è di un anno soltanto mentre in Italia dura un biennio. Questo porta molti studenti italiani ad entrare relativamente tardi nel mondo del lavoro.

 

Tuttavia,  anche chi vuole conseguire una laurea magistrale può iscriversi al master, giusto?Certamente. Un’opzione interessante può essere quella di frequentare il master (che termina nel dicembre 2015) e subito dopo farsi ammettere al secondo anno di una magistrale in management, sfruttando la possibilità di farsi riconoscere una buona parte degli 80 crediti universitari maturati con il master. In questo modo in due anni si consegue comunque un titolo di laurea magistrale, arricchito però da un intero anno di studio in inglese, da un periodo di studi all’estero e da uno stage importante in un paese emergente. Le Università che collaborano nell’offerta del master (Modena e Reggio Emilia, Ferrara e Parma) hanno già predisposto dei piani di riconoscimento dei crediti, mentre se si vuole proseguire in altri atenei occorre presentare la richiesta di riconoscimento dei crediti al responsabile del corso di laurea magistrale prescelto.

 

Il programma è consigliato solo a studenti di economia?
No. Il master MEM può essere molto interessante anche per laureati triennali o magistrali in altre discipline quali lingue (cinese e russo in particolare), giurisprudenza o ingegneria che vogliono completare la propria formazione con un programma intensivo in management. Ovviamente questi candidati vengono selezionati molto attentamente per assicurarci che siano in grado di recuperare rapidamente le conoscenze di management di base che il programma del master dà per scontate.

 

Master_UNIMORE_Opz4_610

Un master interamente in lingua inglese è qualcosa di normale in altri Paesi, ma in Italia non è certo scontato…
Verissimo. Infatti se abbiamo un problema è proprio il fatto che ci sono studenti che vorrebbero iscriversi ma che non conoscono a sufficienza l’inglese. Noi richiediamo un livello B2, nulla di proibitivo insomma, eppure molti dopo tre anni di università non raggiungono ancora questo livello  … E’ ovvio, invece, che chi esce dal nostro Master ha maturato un ottimo inglese. Il che, in un Paese dove appunto la conoscenza delle lingue non è scontata, costituisce un ulteriore punto a favore nella ricerca del lavoro.

 

Oltre alla dimestichezza con l’inglese, il MEM prepara i suoi studenti a lavorare in un ambiente internazionale. Ci può spiegare come è strutturato questo percorso?
I primi sei mesi sono dedicati allo studio in Italia, a Modena. Poi si parte per andare a frequentare un mese di corsi  in un’università all’estero. Quest’anno siamo stati alla Tongji University di Shangai, dove gli studenti hanno seguito le lezioni con insegnati locali che sono stati fondamentali per cominciare a capire la Cina da una prospettiva cinese. L’anno prossimo gli studenti avranno l’opzione se trascorrere questo periodo di formazione in Cina o in India. Dopo questo mese di studio, inizia lo stage, di solito presso aziende italiane che hanno sedi nei mercati emergenti, non necessariamente in Cina. Tuttavia non mancano esempi di studenti che hanno lavorato con aziende cinesi…

 

Da dove è nata l’idea di dare vita a questo master?
Sul territorio emiliano esistono diverse imprese fortemente internazionalizzate che ricercano personale in grado di operare in qualsiasi contesto geografico e questa è stata sicuramente una delle molle che ci ha spinto a far nascere il master. Non è un caso, infatti che con queste imprese manteniamo un forte collegamento.

 

Riassumendo quali sono i punti di forza del MEM?
Prima di tutto, come abbiamo detto, il fatto di studiare e lavorare per un anno intero costantemente in inglese. Poi, la possibilità di lavorare per qualche mese non soltanto all’estero, ma in una realtà completamente diversa da quella occidentale. Un’esperienza molto importante e incredibilmente formativa non solo sul piano professionale ma soprattutto dal punto di vista umano. Mi tengo costantemente in contatto con i partecipanti all’edizione 2013 attualmente all’estero, sia tramite Skype/email, sia tramite la pagina Facebook del Master, dove tutti possono leggere delle loro esperienze. E’ incredibile come siano cambiati e come si sentano più sicuri di se stessi rispetto a solo un anno fa.  Il master consente certamente di portarsi a casa un curriculum davvero unico e di entrare prima nel mondo del lavoro, ma quello che probabilmente vale di più è l’esperienza di vita e l’apertura dei propri orizzonti culturali.

 

A questo punto non resta che mandare il curriculum alle aziende…
E anche in quest’ultimo passaggio non lasciamo soli i nostri studenti. Attraverso un supporto individuale dedicato proprio alla stesura del curriculum, della lettera di presentazione etc., insegniamo loro a presentarsi nel modo migliore alla imprese e ad affrontare nel modo giusto la delicata fase dell’ingresso nel mondo del lavoro.

 


BORSE DI STUDIO PER L’ISCRIZIONE AL MASTER MEM
L’Associazione Progetto Cina mette a disposizione 20 borse di studio da €1.000 per la partecipazione al Master Managing in Emerging Market. Per ottenere la borsa di studio non occorre presentare alcuna domanda. Le borse verranno assegnate ai primi 20 candidati in graduatoria.
LE ISCRIZIONI AL MASTER CHIUDONO IL 30 SETTEMBRE 2014
  
Per maggiori informazioni potete visitare il sito: mem.unimore.it

Per vedere gli stage che stanno svolgendo i partecipanti all’edizione 2013 Pagina Facebook

Per accedere direttamente al bando di ammissione clicca qui

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.