Manager & Imprenditori: storie di successo, News

“Ho studiato legge ma vorrei lavorare nelle risorse umane”: la lettera di Igor.

Intraprendere un percorso professionale differente rispetto al proprio percorso di studi è una scelta coraggiosa, ma che può rivelarsi premiante ed aprire nuovi orizzonti professionali. Ma da dove iniziare? Per esempio, da un corso di formazione!
A questo proposito, pubblichiamo la lettera che ci ha inviato nei giorni scorsi Igor, un neolaureato in Giurisprudenza, che ha frequentato l’Alta Scuola di Formazione Future Manager: un corso di foto gennaio scuolaformazione dedicato a chi vuole intraprendere una carriera nelle Risorse Umane. Una carriera molto diversa rispetto a quella che seguono la maggior parte dei laureati in materie giuridiche, tradizionalmente volti ad intraprendere il praticantato per diventare poi avvocati, notai o magistrati.
Igor, al contrario, ha deciso di aprirsi una strada diversa, in campo aziendale, ed ha voluto condividere la sua esperienza, quelli che erano i suoi dubbi, e di come, nonostante tutto, abbia voluto “provarci” mettendosi in gioco con un corso di formazione.
 
Hai seguito un percorso professionale diverso rispetto ai tuoi studi? È una scelta che rifaresti anche oggi? Raccontaci la tua storia
 
 
“Mi chiamo Igor, ho 26 anni e sono laureato in Giurisprudenza.
Nel mese di gennaio ho partecipato alla One Week Training “HR Management e in Ricerca e

Image courtesy of Ambro at FreeDigitalPhotos.net

Image courtesy of Ambro at FreeDigitalPhotos.net

Selezione del Personale in grande azienda” presso l’Alta Scuola di Formazione Future Manager. Era il mio primo approccio al mondo delle Risorse Umane, non avendo mai avuto l’opportunità di interfacciarmi con esso e avendo comunque portato a termine un percorso di studi in ambito giuridico.

Sono venuto a conoscenza del corso tramite un annuncio on line. Inizialmente, proprio perché non conoscevo questo settore, non sapevo se fossi portato o adeguato a questo mondo. Dopo aver visionato il programma ed in seguito alle informazioni ricevute dalla Tutor della scuola, ho deciso comunque di provare a frequentare il corso.
E’ stata un’esperienza sicuramente positiva.
Fin dal primo giorno tutti si sono dimostrati ampiamente disponibili e professionali: ciò ha reso l’esperienza ancora più gradevole. Le lezioni si sono rivelate estremamente utili ed interessanti, andando ad approfondire tutti i vari aspetti del settore HR. Molto apprezzato è stato l’intervento del responsabile HR di un’importante multinazionale, che ha dato l’opportunità di conoscere più da vicino come in concreto si svolge l’attività di gestione delle Risorse Umane all’interno di un’azienda.
Le lezioni si sono alternate tra teoria e pratica, rendendo il tutto molto più interessante ed avendo

Image courtesy of stockimages at FreeDigitalPhotos.net

Image courtesy of stockimages at FreeDigitalPhotos.net

così fin da subito l’opportunità di cimentarmi in prima persona nelle varie attività, che sono consistite tra l’altro nella redazione di un annuncio, screening dei curricula fino alla convocazione dei candidati ed alla partecipazione alla dinamica di gruppo ed ai colloqui individuali.

Inoltre grazie alle informazioni ricevute, mi è stato possibile migliorare il mio CV rendendolo più spendibile. A riguardo di notevole interesse sono state le lezioni di employability, che hanno fornito le nozioni per poter redigere un curriculum ed una cover letter in grado di catturare l’attenzione di un selezionatore. Ho capito quali sono le “tattiche” per affrontare al meglio un colloquio, e come affrontare domande a volte spiazzanti per il candidato. Da quando ho finito il corso ho potuto sostenere un colloquio, e sicuramente questi insegnamenti mi hanno permesso di arrivare sereno e sentirmi preparato, in un momento che comunque può generare un po’ di tensione. D’altra parte, un buon selezionatore non può sbagliare a fare un colloquio!
Queste lezioni non sono state solo didattiche, ma sono state dei piccoli insegnamenti: mi hanno lasciato un bagaglio di conoscenze che non sono solo legate al mondo del lavoro, ma riguardano la consapevolezza di avere del potenziale, di essere i protagonisti delle proprie scelte lavorative.
E’ stata una settimana sicuramente impegnativa, al termine della quale però ero entusiasta del percorso fatto, delle conoscenze acquisite. Più sicuro sul come affrontare il mondo del lavoro, troppo spesso visto come un qualcosa di complicato, nebuloso”.
 
 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.