News

Alleanza Europea per l’Apprendistato: 140mila nuove opportunità di lavoro per i giovani europei

Per combattere la disoccupazione giovanile e creare una rete internazionale che agevoli l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro, le istituzioni europee si sono impegnate ad incentivare la forma contrattuale dell’apprendistato.

 

Attraverso un’alternanza di momenti di studio e momenti di lavoro pratico in azienda, i giovani tra i 18 e i 29 anni sono accompagnati nel loro percorso di formazione verso l’acquisizione di tutte le competenze necessarie al completamento della loro professionalità.

 

Questa iniziativa europea contro la disoccupazione giovanile prende il nome di Alleanza Europea per l’Apprendistato (Eafa) e si pone come principale obiettivo quello di creare più occasioni di apprendistato in tutti i paesi europei che hanno aderito al progetto.

Operando insieme, creeremo nuove occasioni che permetteranno ai giovani di sviluppare le capacità e accumulare le esperienze richieste sul mercato del lavoro, ha dichiarato Marianne Thyssen, commissaria europea per l’occupazione. Spero vivamente di vedere in futuro un numero sempre maggiore di imprese e di altre organizzazioni che seguono questo esempio.

Al momento sono 26 gli Stati appartenenti all’Unione Europea che hanno aderito a questa importante iniziativa, ai quali si sono recentemente uniti i Paesi EFTA Norvegia e Svizzera e i paesi candidati Albania,Montenegro e Turchia. Inoltre l’Alleanza Europea per l’Apprendistato riunisce anche autorità pubbliche, Camere di Commercio, industria e artigianato, imprese, parti sociali, scuole e enti di istruzione e ricerca, regioni, associazioni giovanili e altre organizzazioni senza fine di lucro. Il progetto è interamente promosso e coordinato dalla Commissione Europea, anche se è cura dei singoli paesi aderenti far fede agli impegni presi.
A giugno 2015 l’Alleanza Europea per l’Apprendistato ha raccolto l’adesione di 40 imprese e organizzazioni che si sono impegnate ad offrire ai giovani 140 mila opportunità di apprendistato. Tra i principali impegni assunti dalle imprese:

  • Adecco offrirà formazione, presso la società principale o le società patner, a 5000 giovani entro il 2017;
  • Axa offrirà a 20 000 giovani opportunità di lavoro, divisi tra 10 000 contratti a tempo indeterminato e determinato e 10 000 occasioni di apprendistato o tirocinio retribuite;
  • BMW a seguito di un programma internazionale di formazione che comprende una parte pratica in Germania e dei corsi di qualificazione in Spagna, accoglierà ogni anno 1500 apprendisti;
  • Safran promuoverà forme di mobilità internazionale incentivando gli apprendistati nelle proprie controllate europee e accogliendo dai 2 000 ai 3 000 giovani all’anno;
  • Capita si è impegnata per l’assunzione e la formazione di 400 apprendisti destinati al servizio civile e oltre 600 da inserire nel settore bancario;
  • CSR Europe ha accettato di assistere le imprese della propria rete nell’implementazione dei loro programmi di apprendistato, offrendo così a 50 000 giovani nuove opportunità di inserimento nel mondo del lavoro;woman-791185_640

Aderiscono all’Alleanza anche altre aziende tra cui Bertelsmann, Saica e Verallia Saint-Gobin.

 

L’Alleanza Europea per l’Apprendistato ha l’obiettivo di intervenire in tre ambiti principali. Il primoriguarda la riforma dei sistemi di apprendistato e prevede la diffusione di nuovi modelli di lavoro tramite la creazione di partnership internazionali.
Notando che nei paesi come Austria e Germania, dove la forma contrattuale dell’apprendistato è più diffusa, i tassi di disoccupazione giovanile sono più bassi, la commissione europea si è posta come secondo obiettivo quello di promuovere e divulgare i vantaggi dell’apprendistato sia per gli studenti che per le imprese.

 

Infine, l’Alleanza Europea per l’Apprendistato mira a promuovere ed incoraggiare un uso consapevole delle risorse europee, unito ad un maggiore coinvolgimento del settore privato.

 

Ma come cogliere questa opportunità?

La Commissione Europea con l’obiettivo di agevolare i giovani ha lanciato il sito Drop’pin, dove tutti gli interessati possono trovare un’ampia scelta di opportunità non solo di apprendistato, ma anche di imprenditoria, formazione, e volontariato.

Tutte le possibilità per i giovani europei sono categorizzate in un’efficiente banca dati tramite la quale è possibile effettuare ricerche mirate, immettendo delle parole chiave, selezionando il paese in cui si desidera lavorare e il tipo di contratto che si preferisce.
La piattaforma funziona poi come vivace punto di scambio e incontro: i giovani europei hanno la singolare possibilità di scambiare consigli ed opinioni nell’area Discussions e di rimanere parallelamente sempre aggiornati, leggendo gli articoli che vengono pubblicati sul Blog.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.