News

Sindacati in piazza per il lavoro nero

 
Domani, Martedì 28 giugno, le principali sigle sindacali (Cgil, Cisl e Uil) scenderanno in piazza per chiedere l’estensione del permesso di soggiorno per tutti coloro che hanno perso il lavoro e, quindi, finiscono nell’illegalità.

I sindacati spiegano come già da tempo abbiano chiesto al Governo centrale di prolungare il suddetto permesso per due anni. Lo scopo della manifestazione di domani, infatti, è quello di “evitare che decine di migliaia di persone finiscano nelle mani del racket del lavoro nero e del grave sfruttamento”.

Dal 2008 ad oggi, a causa della crisi economica, il tasso di disoccupazione degli stranieri ha raggiunto il 17%, costringendone una parte importante a finire nel lavoro sommerso, un incubo che cancella i diritti fondamentali dell’uomo.

Come afferma il portale rassegna.it, sono dunque tre i principali obiettivi della protesta di domani:

  • Proroga a due anni della durata del permesso di soggiorno per attesa occupazione
  • Risanamento delle posizioni dei migranti che hanno già perso il permesso di soggiorno
  • Lotta al lavoro nero ed al grave sfruttamento che ne scaturisce

 
 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.