News, News sul lavoro, Tecno-news

V2V: un nuovo prodotto per evitare il traffico

Tecno-news, nonostante il nome possa far pensare ad uno strano, nuovo genere musicale, è la rubrica del “The Graduates Chronicle” che, a partire da oggi, veicolerà settimanalmente tutta una serie di notizie riguardanti il mondo della tecnologia, facendo riferimento ad Internet ma non solo.

D’altronde, come spesso si suol dire, viviamo l’era del cosiddetto “Multi-Tasking“, un periodo storico contraddistinto proprio dalla presenza costante ed invasiva della rete.

Oggi, nell’episodio “Pilot” di tecno-news, abbiamo deciso di parlare di un argomento molto caro alle persone che, per forza di cose, sono costrette ad utilizzare il proprio veicolo per recarsi al posto di lavoro, inventando blasfemie e ingiurie a causa del famoso traffico delle 7 del mattino.

Ebbene, per far fronte alle difficoltà di chi, poi, dovrà passare le successive 8 ore in ufficio, la General Motors ha sviluppato una nuova tecnologia denominata V2V (Vehicle To Vehicle), un sistema che permetterà agli automobilisti di scambiarsi informazioni tra loro.

Come funziona? La nuova frontiera delle strade si avvarrà di un microprocessore collegato al GPS dell’autovettura, permettendo di captare notizie su code, potenziali pericoli, incidenti e via dicendo.

Il guidatore verrà avvisato tramite allarmi acustici e visivi e, qualora fosse necessario, interverrà automaticamente una frenata di emergenza.

I primi prototipi integranti questa opzione dovrebbero essere pronti per il prossimo anno: lo ha dichiarato la Cadillac, annunciando un nuovo mercato composto da “auto comunicanti”.

Come giustamente afferma Giovanni Bizzaro, assistente web marketing di 6sicuro, non sarà neppure necessario che tutte le vetture installino il nuovo prodotto, in quanto anche solo una minima parte sarebbe in grado di migliorare la viabilità nelle grandi città, ottimizzando così, da una parte, le tempistiche e l’inquinamento atmosferico e, dall’altra, lo stress e l’agitazione dei Manager del futuro.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.